La Supercoppa va al Pisa: rossazzurri due volte avanti, nel 3°tempo il Pisa mette la freccia

Lenergy Pisa BS 2014-Catania Beach Soccer 7-4 (0-0, 3-2, 4-2)

Reti: 1’st Be Martins (C), 7’st Jordan (P), 8’st Giordani (C), 8’st Bruno Xavier (P), 9’st Casapieri (P); 3’tt Marinai Ste. (P), 5’tt Jordan (P), 8’tt Jordan (P), 11’tt Be Martins (C), 11’tt Jordan (P), 11’tt Be Martins (C)

Lenergy Pisa BS 2014: Casapieri, Josep Junior, Simone Marinai, Jordan Soares, Ortolini, Barsotti, Gean Pietro, Bruno Xavier, Di Palma, Camillo Augusto, Vaglini, Stefano Marinai. Allenatore: Matteo Marrucci

Catania Beach Soccer: Rafael Padilha, Fred, Catarino, Bè Martins, Zurlo, Barbagallo, Sanfilippo, Rafael Farinha, De Nisi, Palazzolo, Percia Montani, Giordani. Allenatore: Fabricio Santos

Arbitro 1: Saverio Bottalico (Bari)
Arbitro 2: Michelangelo Tranchina (Udine)
Cronometrista: Lorenzo Volpe (Albenga)
Quarto uomo: Alfredo Pavone (Forlì)

Svaniscono nella terza frazione di gioco, le speranze di riportare a Catania la settima Supercoppa di Lega. Due tempi sostanzialmente equilibrati, laddove i rossazzurri, guidati da Fabricio Santos, mettono la freccia per ben due volte grazie alle reti di Be Martins e Giordani.
Nella terza, ed ultima, frazione di gioco i campioni d’Italia, già in vantaggio di una rete, mettono in cassaforte il match portandosi sul 6-2, massimo vantaggio, che stronca sul nascere ogni tentativo di rimonta. Nel finale, le reti di Be Martins fissano il match sul definitivo 7-4.
Il Pisa vince la sua prima Supercoppa. Il Catania dovrà velocemente digerire questa sconfitta e farlo subito perché incombono nuovi impegni ufficiali, l’esordio in Campionato contro la Roma Beach Soccer e, settimana entrante, la Coppa Italia in programma a Vasto dall’8 all’11 giugno.

1°tempo – Prima fase di studio, al 2’ conclusione alta d’un soffio di Marinai. Al 6’ Rafael Padilha è decisivo sul piazzato di Bruno Xavier, palla che viene deviata sul palo.
Catania pericoloso al 7’ con la punizione di Giordani su cui Casapieri si fa trovare, per la prima volta, pronto. Il portiere pisano, tre minuti più avanti, replica su Be Martins.
Pisa che fa male, anche, in campo aperto e che sfiora il vantaggio sull’asse Bruno Xavier-Camillo Augusto, arrivato in ritardo all’appuntamento col pallone. Sul finir di primo tempo contropiede fulmineo per gli etnei condotto da Be Martins e Catarino, sprecato malamente al momento di battere a rete con la conclusione di Zurlo su cui Casapieri è provvidenziale.

2° tempo – Passano pochi secondi e la prima palla gol è del Pisa: Jordan, assistito da Josep Junior, spara alto. A bussare è il Catania Beach Soccer. Quaranta secondi sul cronometro e Be Martins, sul suggerimento di Catarino, calcia a giro alla sinistra di Casapieri che nulla può. Etnei ringalluzziti dal gol e vicinissimi al raddoppio. Al 3’ conclusione al volo di Fred su cui Casapieri è formidabile con la punta delle dita. Al 7’ viene ristabilita la parità. Palla mantenuta in vita, con grande sacrificio da Camillo Augusto, sul fronte opposto si trova tutto solo Jordan Soares, conclusione del 23 orange che supera Padilha uscito alla disperata.
Botta e risposta in pochi secondi: il vantaggio del Catania è immediato ad opera di Giordani che disegna una traiettoria a fil di palo. La seconda frazione di gioco è spumeggiante, Pisa mai domo, la conclusione di Bruno Xavier, su palla inattiva, è mortifera e vale il 2-2. Finale di secondo tempo che sorride al Pisa che mette la freccia, al minuto 8’ con la stoccata di Casapieri che dalla grande distanza, complice anche una deviazione, fa secco il collega Padilha. Pisa che pigia sull’acceleratore e sfiora il +2 con la traversa, giunti al 12’, di Bruno Xavier.

3° tempo – Nella terza ed ultima frazione di gioco il Pisa mostra i muscoli e chiude, troppo velocemente, la contesa. Al 2’ il quarto gol è ad opera di Stefano Marinai.
Ancora su punizione, giunti al 4’, Jordan Soares timbra il cartellino. È la rete del 5-2, quella che con molta probabilità si rivela decisiva. Al 7’ Jordan firma la tripletta personale con una bellissima acrobazia. Negli ultimi 2 minuti il Catania va a segno con Be Martins, al 10’ e al 12’, ma è troppo tardi. A spegnere gli entusiasmi è, ancora, Jordan che cala il poker e porta in trionfo il Pisa.